Mercoledì, 08 Aprile 2020

libreria acquista online

Un equilibrio sconvolto

douglas

La vita è un miracolo fragile, lo sapevano i saggi di tutte le tradizioni umane, ma è bastato un semplice virus sconosciuto per scuoterci dal sonno in cui eravamo sprofondati. Le meraviglie tecnologiche di cui siamo così fieri sono franate di fronte al dilagare di un pericolo che può devastare innumerevoli esistenze. Abbiamo costruito una società che ha cancellato il dolore e la morte in una specie di delirio di onnipotenza come se fossimo immortali e potessimo prolungare la vita all’infinito.

Il coronavirus ci riporta a  fare i conti con la nostra condizione umana e ci ricorda che anche la terra ha i suoi diritti. Per la mania di potere l’ abbiamo ridotta ad una pattumiera dove scaricare i nostri detriti, in una frenesia di consumo senza limiti. In un mondo finito solo gli economisti sognano una crescita continua.

Il sistema economico, guidato dalla idea del profitto, considera la natura una risorsa a costo zero, ma la terra si ribella: i ghiacciai diminuiscono,  l’erosione delle coste aumenta, la desertificazione del terreno provoca effetti disastrosi. Sono minacciati anche gli elementi che sostengono la vita umana, come l’acqua, l’aria,  il suolo. Il pianeta presenta i conti di fronte alla devastazione climatica che abbiamo provocato, senza renderci conto del baratro in cui siamo precipitati. Le varie epidemie che si sono verificate nell’ultimo secolo ci ricordano l’urgenza di ricostruire un equilibrio tra il mondo umano, quello animale e i viventi che abitano nel nostro organismo. Per il momento dobbiamo vincere questa battaglia per difendere i più piccoli e i più fragili.

Ci ha davvero stupito la cena organizzata per festeggiare una candidata della Lega, nonostante le raccomandazioni del governo di evitare gli assembramenti. È proprio vero che la madre dei cretini è sempre incinta.

Redazione l'Altrapagina.it


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00