Martedì, 18 Gennaio 2022

libreria acquista online

La magia dell'autunno

Rubrica Verdario.

la guerra dimenticata i mass shooting mese dicembre 2021 2

L’autunno è una stagione suggestiva, irresistibile. La vegetazione si appresta ad andare a riposo, eppure proprio ora matura buona parte dei frutti e i cromatismi che precedono la defogliazione assumono tinte  incredibilmente variopinte. Il giallo oro va a contrastare con il rosso, con l’arancione  ramato e con il bronzo, i frutti e le bacche si tingono di rosso fuoco e di arancio, il fucsia dei ciclamini fa capolino tra i soffici tappeti di foglie profumate di humus, i morbidi muschi verdi ritornano ben idratati sui fusti degli alberi e sulle rocce esposte a nord.

Il nostro giardino ora regala lo stesso fascino della natura e suscita  grande interesse. Per questo, per godere dello spettacolo offerto dall’autunno, nella progettazione di uno spazio verde è bene accostare macchie di arbusti decidui ad alberi sempreverdi: piante autoctone, come gli aceri campestri o i carpini, dalla crescita contenuta e dal fogliame di un bel giallo luminoso, oppure melograni dal fogliame giallo oro e dai pomi rosso rosati. La natura offre poi splendidi  arbusti da bacca, come la pyracantha,  il cotoneaster e il corbezzolo, senza tralasciare l’agrifoglio o il biancospino. Ancora più spettacolari i meli Everest, con il loro portamento slanciato e le innumerevoli  minuscole mele simili a ciliegie di un bel rosa acceso.  Accanto a loro, prunus dal fogliame color bronzo violaceo e  cotinus dalle chiome rosso carminio acceso, e poi  rose canine e tutte le varietà di rose antiche munite di grossi cinorrodi  rossi o arancioni, particolarmente vistosi in inverno, quando tutte le altre piante si defogliano.  Altrettanto belli i fusti rossi del cornus sanguinea, particolarmente scenografici quando si rivestono di brina o si staccano sul paesaggio innevato,  o i tralci della  vite americana, dalle foglie ben disegnate e di color rosso fuoco, mentre le spighe flessibili e aeree  delle graminacee, quando il sole è radente o nei giorni di nebbia, regalano spettacoli emozionanti.

Ecco: dal paesaggio ai parchi delle città le sfumature autunnali si incrociano, si incontrano e si sfumano come  per incanto, e anche il nostro giardino diviene un posto magico.

di Aurelio Borgacci www.verdario.it


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it
ISSN 2784-9678

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00