Domenica, 26 Settembre 2021

libreria acquista online

Un nazismo di ritorno

silvia romano2

Il Covid 19 ha messo in ginocchio tutti gli Stati del mondo, ma ha anche permesso alla criminalità organizzata di prosperare con il traffico di droga, di armi e con l’espansione del terrorismo. L’aspetto più inquietante è la crescita del neonazismo all’interno della stessa Europa. Si tratta, spesso, di un malcontento e di una rabbia giovanile nata all’interno della ex DDR, che si è diffusa in tutta la Germania, sia all’Est che all’Ovest.

È nato così un estremismo di destra, eversivo e terroristico, dotato di una organizzazione paramilitare pronta a colpire in Germania e Austria, dotata di un armamento di tutto rispetto: in alcune abitazioni sono stati scoperti fucili, kalashnikov, granate, esplosivi, centomila proiettili ancora funzionanti. La polizia sa che la maggior parte delle armi vengono dai Balcani e in particolare dalla Croazia, dove c’è un traffico intenso tra spacciatori di droga e venditori di armi. Arrivano strani personaggi con valigie piene di soldi per foraggiare i gruppi neonazisti.

Il Ministero dell’Interno tedesco pensa che ci siano in Germania 32mila estremisti di destra, di cui 13mila “pericolosi” o in possesso di armi. Per questo il governo federale ha deciso di sciogliere tre gruppi neonazisti e un intero corpo di polizia è stato liquidato perché negli appartamenti dei militari c’erano cimeli nazisti e un arsenale di munizioni. È sorprendente che 550 ufficiali siano accusati di apologia del nazismo o abbiano fatto parte di gruppi di estrema destra.

Il discrimine tra attività politica e azione terroristica è molto labile. Siamo di fronte a movimenti di estrema destra che oggi hanno una legittimazione politica, che coinvolgono molti giovani e diversi insospettabili. Il neonazismo, prima di essere un movimento terroristico eversivo, è anzitutto un problema culturale. ◘

Redazione

 


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it
ISSN 2784-9678

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00