Sabato, 22 Febbraio 2020

libreria acquista online

L'uomo è ciò che mangia - Parliamo di McDondald's

“Der Mensch ist was er isst”: “L’uomo è ciò che mangia” (L. Feuerbach, 1862)
Nell’ambito dei progetti di Cittadinanza della Scuola Secondaria rientrano numerosi percorsi didattici dedi­cati all’Educazione Ambientale e, quindi, Alimentare. L’obiettivo dell’azione educativa è quella di condurre i ragazzi (e-ducere) a riflettere sulle loro abitudini comportamentali e alimentari per divenire consapevoli di come, spesso, siano considerati dai meccanismi sociali semplici contenitori finali - e ignari - di tutto ciò che la macchina del consumismo produce. La valutazione parte dalla semplice lettura delle etichette delle cose di cui ci riempiamo le tasche o la pancia, per poter diventare, in primis, consumatori informati, poi, attraverso lo studio, l’approfondimento, la condivisione, consumatori critici e, infine, Persone Consapevoli.

 

PARLIAMO DI MCDONALD'S

l uomo e cio che mangia parliamo di mcdondald s articolo altrapagina it 2Questa catena di fast-food è di origine ameri­cana, ma poi, negli anni, è stata dislocata an­che in Europa, Africa, Asia e in tutto il resto del mondo. Il McDonald’s in tutto il mondo ha 28.000 fast-food e serve quasi 45 milioni di persone! Ma il McDonald’s mi fa sorgere molti dubbi, perché un fast-food, anche se molto grande, non può servire in modo responsabile, senza inquinare, tutte quelle persone. Infatti, viene criticato molto per i suoi allevamenti ultra intensivi: per alimentare i loro bovini, polli e maiali vengono abbattute molte foreste im­portanti per l’aria che respiriamo.

Inoltre, un panino di quelli inquina come un grandissimo Suv: per produrlo viene immessa tanta anidri­de carbonica nell’aria! Infatti, si calcola che per 1 Kg di carne si immettono circa 16 Kg di anidride carbonica nell’atmosfera.Un’altra causa delle molte lamentele relative al McDonald’s è il modo di gestire e la pulizia delle loro cucine: l’olio da frittura viene cam­biato poco e il modo in cui vengono tenute le cucine lascia a desiderare.

Inoltre, i cibi del McDonald’s sono per lo più industriali e con strane sostanze come queste: gomma, sodio, lecitina, glicerina e altre so­stanze che preferisco non dire che penso che non facciano bene alla salute. Gli hambur­ger, infine, sono pieni colmi di grasso: su 100 grammi di panino con carne, 20 grammi sono solamente di grasso. Però riguardo al McDonald’s, non abbiamo soltanto brutte notizie. Infatti, come dimostra­no le indagini, questo fast-food offre lavoro ai giovani, che di solito in Italia sono sottovalu­tati e non trovano occupazione. Inoltre, in Ita­lia, il McDonald’s è migliore che in altri altri luoghi del mondo, perché la carne viene presa dagli allevamenti locali. Luca Marconi 3MSi dà per scontato che il McDonald’s non sia sinonimo di alimentazione sana, ma un luogo dove si mangiano dei bei pasti con carboidra­ti, grassi e zuccheri abbondanti. In realtà, si possono mangiare pure insalata e altre verdu­re, ma non credo che qualche persona vada al McDonald’s per mangiare in modo salutare.

Riguardo al McDonald’s, si parla sia di aspetti negativi che di aspetti positivi. Per quanto ho letto, la carne del McDonald’s è locale: infatti i polli, le mucche, i maiali utilizzati in cucina nei nostri fast-food, sono allevati in allevamento in­tensivo dalle nostre parti. Un altro aspetto che si può considerare positivo è il fatto che ven­gono assunti giovani del luogo: quindi questa catena produce lavoro per i ragazzi come me!Parlando degli aspetti negativi c’è molto da dire: in America e in altri Stati, il cibo non è a kilometro zero, come in Italia, ma viene dall’e­stero. Un altro aspetto negativo è che un kg di carne del McDonald’s equivale a 16 kg di anidri­de carbonica immessa nell’aria. Noi senza aria siamo morti!Il menù di questa catena è molto vario, ma an­che gli ingredienti sono davvero tanti: pensan­do solamente ai dolci, se ci mettessimo a cerca­re tutti gli ingredienti, non li mangeremmo mai nella vita. Secondo il mio parere, al Mac ci sono molti cibi buoni, senza pensare troppo agli ingredienti e alle salse segrete.

La mia opinione è che uno ci può andare qualche volta, ma senza abbuffarsi. Filippo Colombelli 3MUna delle cose più negative del McDonald’s è l’accumulo di sale nei cibi; le conseguenze per me più evidenti sono che, bevendo tanto, si va tanto in bagno la notte e non si dorme bene e… dormire è importante! Inoltre, se soffri di pres­sione alta devi stare attento: un panino al pollo ti dà circa 2/3 di quantità di sodio, significa che è molto di più di quanto ne hai bisogno.Un’altra cosa negativa è che all’estero la carne è di scarsa qualità. Sapete come sono fatte le Nuggets? Ve lo dico io. Negli allevamenti, ai polli, per farli crescere più velocemente, vengo­no somministrati dei medicinali che si chiama­no ormoni della crescita; le uova di questi polli vengono messe immediatamente nelle incuba­trici.

Dopo aver ucciso i polli, tolgono loro le penne e li tritano a 200-300 esemplari per volta. I dolci del McDonald’s sono buoni e sani? Il caramello contiene ad esempio, sorbato di po­tassio e acido malico. La cioccolata invece gli­cerina, fosfato bisodico, gomma xantano e leci­tina di soia. Se vi dicessi come fanno la gomma xantano vi spaventereste! Infatti si ricava da un batterio mortale per alcuni tipi di piante!Una curiosità che si chiedono in tanti è come è fatta la salsa del Big Mac: olio di soia, con­dimento sottaceto, sciroppo di fruttosio, zuc­chero, aceto, sciroppo di mais, sale, cloruro di calcio, gomma xantano, sorbato di potassio, estratti di spezie, acqua, tuorli di uovo, cipolla in polvere, semi di senape, spezie, sodio ben­zoato, crusca di senape, proteine vegetali, colo­rante al caramello, estratti di peperoncino, leci­tina di soia, curcuma e il calcio di sodio EDTA. Sarebbe meglio senza salsa, no? Walid Zerkouk 3M

Di Sara Borsi


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00